Consegna in 1-2 2-3 3-4 3-5 4-5 4-6 6-8 3-11 5-15 5-15 giorni lavorativi Spedizione gratuita a partire da 20€50€DKK700100CHF85GBP95€ 365 giorni per il reso +39 0636153044 (lun.-ven. dalle 9:00 alle 19:00)
Filtra
Cancella tutti i filtri
da
a
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
I tuoi filtri

Baker

Un marchio cult: Baker Skateboards “To get baked” si può tradurre in italiano con l’espressione “essere strafatto”. Per raggiungere questa condizione di pace e serenità mentale, c’è bisogno di consumare una grossa quantità di un tipo particolare di erbetta, famosa per la sua capacità di far nascere dentro di te un nuovo stato di coscienza. continua a leggere

Baker

Un marchio cult: Baker Skateboards

The Baker Skateboards logo. “To get baked” si può tradurre in italiano con l’espressione “essere strafatto”. Per raggiungere questa condizione di pace e serenità mentale, c’è bisogno di consumare una grossa quantità di un tipo particolare di erbetta, famosa per la sua capacità di far nascere dentro di te un nuovo stato di coscienza. Andrew "The Boss" Reynolds ha pensato a tutti gli skateboarder e, soprattutto, alle loro passioni, tra le quali rientra anche quella sopraccitata, quando ha deciso di fondare la sua società. L’ex sponsor skate di Reynolds, la Birdhouse Skateboards, non rispecchiava lo stile di vita al quale lui si sentiva di appartenere. Per questo motivo “The Boss” ha lasciato il brand di Tony Hawk e ha fondato la Baker Skateboards. Il famosissimo logo della Baker con la scritta a caratteri cubitali è frutto della penna dell’artista Jay Strickland, con il quale Andrew Reynolds ha fondato la Baker.

I Baker Boys

Justin Figgy Figueroa, Andrew Reynolds e Terry Kennedy del Baker Team. Oltre al “Boss” Reynolds, anche Bryan Herman, Terry Kennedy, Sammy Baca, Don "Nuge" Nguyen, Kevin "Spanky" Long, Theotis Beasley, Justin "Figgy" Figueroa, Cyril Jackson, Dee Ostrander, Rowan Zorilla Tristan "Tfunk" Funkhouser e Dustin Dollin fanno parte del team Baker. Perfino Riley Hawk, il figlio dell’ex capo di Reynolds, Tony Hawk, fa parte della cerchia di professionisti della squadra Baker. Attorno al team ufficiale dei Baker Boys orbitano tutta una serie di altri team „non ufficiali” e di gruppi di amici. Quest’ultimi vengono chiamati "Piss Drunx". Andrew Reynolds, Dustin Dollin, Aaron Pearcy, Erik Ellington, Jim Greco e Ali Boulala erano stati denominati così per la loro fama di festaioli. La rivista Rolling Stone scrisse di questi ragazzi, che erano i "most dysfunctional degenerates to ever bust an ollie."

Un marchio della BakerBoys Distribution

Baker team rider Tristan Funkhouser with a Wallride. Il brand Baker Skateboards appartiene dal 2011 alla Bakerboys Distribution, fondata da Erik Ellington, Jim Greco e Andrew Reynolds nel 2007. Nella grande famiglia Distribution troviamo, oltre alla Baker, altri marchi quali la Deathwish Skateboards, la Shake Junt e la Heroin Skateboards.

I video della Baker

Già dal lancio sul mercato del marchio Baker Skateboards, Andrew Reynolds aveva un imbattibile asso nella manica: gli skater del team Baker avevano già girato Baker 2G mentre skaetavano ancora per i loro sponsor precedenti. Così, non appena le tavole della Baker furono pronte per uscire sul mercato, la compagnia poté subito pubblicare il video. E i ragazzini di tutto il mondo impazzirono letteralmente per questo nuovo brand. A quel primo video sono seguiti tanti leggendari video skate come Baker 3, Bake And Destroy e Baker Has a Deathwish. Soprattutto Baker 3, con parti a dir poco grandiose, che mostrano le mirabolanti imprese di Greco e Reynolds, è diventata una delle pietre miliari della storia cinematografica dello skate. Una grossa parte del merito va anche al realizzatore di queste pellicole: Ryan Ewing, anche conosciuto come Beagle.